Blog

Blockchain: la tecnologia che porta la fiducia nella Rete

La seconda generazione di Internet si chiama blockchain, la tecnologia che porterà fiducia nella Rete, aumentando la sicurezza e la protezione dei dati.

Si scrive blockchain, si legge fiducia. La rete peer – to – peer che è alla base del funzionamento dei bitcoin rappresenta per molti il futuro del digitale. Perché è una tecnologia così promettente? Lo spieghiamo in questo post.

La seconda generazione di Internet

Se la prima generazione della Rete passerà alla storia come l’Internet dell’informazione, la seconda sarà l’Internet della Fiducia.

Fiducia è proprio la parola chiave per capire cos’è la blockchain e come funziona: si tratta infatti di un database condiviso, accessibile a tutti, nel quale sono registrati gli scambi che avvengono sul web e non sono modificabili. La tecnologia elimina gli intermediari: sono gli utenti stessi a poter controllare a approvare le transazioni di cui sono protagonisti, in tempo reale.

Come funziona la blockchain

Blockchain, come bitcoin, nascono da un’idea di Satoshi Nakamoto, lo pseudonimo sotto cui si nasconde l’inventore delle criptomonete. Se le valute digitali hanno dimostrato di essere soggette a un’eccessiva volatilità, la base su cui viaggiano, la blockchain appunto, ha saputo distinguersi per la sua affidabilità.

Per capire bene cos’è la blockchain bisogna immaginare un grande database distribuito per gestire transazioni. Questo database è condiviso tra più nodi della Rete ed è strutturato in modo in blocchi di informazioni collegati tra loro, la catena di blocchi, appunto, da cui prende il nome la tecnologia.

Il meccanismo a “blocchi” consente essenzialmente due cose:

  1.  La verifica delle transazioni sono affidate ai nodi della Rete
  2.  Ogni blocco diventa un archivio immutabile che non può essere modificato senza l’approvazione degli altri nodi della Rete.

Quali sono i vantaggi della blockchain

Sono tanti i vantaggi di questa tecnologia. Il primo è sicuramente la riduzione dei costi delle transazioni che avvengono online. Non c’è più infatti la figura dell’intermediario e tutto avviene in automatico attraverso un software. La mancanza di un meccanismo di controllo esterno velocizza poi i tempi delle transazioni.

Un altro vantaggio è legato alla sicurezza informatica: è possibile far scomparire episodi di truffa e corruzione. La blockchain infatti traccia e verifica tutte le transazioni, il registro conserva le informazioni sui trasferimento da documenti, transazioni finanziarie, fino a oggetti fisici.

E ancora la trasparenza. Gli scambi sono visibili a tutti i partecipanti garantendo così una maggiore trasparenza nelle operazioni.

La blockchain si adatta a ogni settore

Maggiore velocità, sicurezza e trasparenza della Rete. Bastano questi tre elementi per capire perché la blockchain fa gola a tutti. Gli scambi effettuati attraverso la blockchain sono visibili a tutti i partecipanti, garantendo così trasparenza nelle operazioni gli istituti finanziari che oggi spendono cifre enormi per garantire la sicurezza delle transazioni (dai 65 agli 80 miliardi l’anno).

In questo caso, l’introduzione di un database condiviso che permette a ognuna delle parti di controllare lo stato delle transazioni, con un semplice login, porterebbe all’eliminazione di ogni figura di mediazione, facendo risparmiare alle banche tanti soldi.

Ma non solo, la blockchain si presta ad usi in diversissimi tra loro. Nel retail per esempio, un produttore del settore agroalimentare potrebbe usarla per gestire tutti le fasi della filiera, mentre il consumatore per controllare la provenienza di un prodotto.

Questa tecnologia ancora potrebbe diventare un asset della sanità, favorendo per esempio lo scambio di informazioni tra medici e ospedali. Oppure nell’immobiliare per semplificare e velocizzare le operazioni di controllo su una proprietà. E ancora in campi innovativi come l’Internet delle Cose, per rendere più sicuro il trasferimento di dati da un oggetto smart ad un altro.

Tante sfide se…

Tante sono le sfide per la blockchain che avrà un futuro roseo se saprà vincere le sfide che l’aspettano, come quella di dimostrare di poter essere adottata dalla massa e di poter migliorare ed evolvere la tecnologia che ha alla base. In questo, senso stanno già nascendo le nuove blockchain che promettono performance migliori sul fronte della velocità e del consumo energetico.

Designed by Freepik

Condividi questo post