Gli Operatori di Prossimità

In Assoprovider, per primi, a gennaio 2020 abbiamo coniato l'headline “Operatori di Prossimità” per meglio evidenziare il ruolo che in questi 20 anni i nostri colleghi e soci, ISP e Wisp, hanno svolto nel proprio territorio di riferimento.

Alcune di queste storie da “#PionieridellaRete” sono state raccontate nei nostri podcast, nel nostro giornale OpenTLC (www.opentlc.it) e nei canali social e continueremo a raccontarle con piacere ricordiamo che ad #APRO21 sarà distribuito il secondo numero di #OpenTLC.

Perché di prossimità ? è evidente “la voluta contrapposizione” con gli operatori nazionali dove gli uffici commerciali, tecnici e il customer care sono spesso distanti dal “posto” dove si utilizzano le tecnologie digitali.

Scherzando diciamo che i nostri “customer care” qualche volta rispondono in dialetto ! e anche qui è evidente la “contrapposizione voluta” con i customer care che rispondono da nazioni lontane.

Insomma i soci #Assoprovider, che ormai coprono il 90% della popolazione, presidiano e conoscono il territorio come nessun altro può fare e mai, come nel “lockdown”, questa presenza è diventata fondamentale.

Il nuovo codice “certifica” l'importanza degli #OP in quanto per la prima volta, infatti l’art. 16 nei considerata 53 e 54

riporta: “Occorre una imposizione dei contributi amministrativi secondo puntuali criteri individuati dalla Direttiva al fine di assicurare

la proporzionalità degli stessi e garantire quindi un’efficace azione

dell’Autorità nazionale di regolamentazione e delle altre Autorità competenti. Compresa la facoltà di non applicare i diritti amministrativi alle imprese il cui fatturato è inferiore a una determinata soglia o le cui attività non raggiungano una quota minima di mercato o hanno una PORTATA TERRITORIALE MOLTO LIMITATA.

Il marchio “Operatori di Prossimità” è in libero uso a tutti i soci Assoprovider che da oggi potranno pubblicarlo nelle proprie comunicazioni e siti web.

#operatoridiprossimità #assoprovider #apro21 #OP

Visits: 39