Assoprovider: la voce dei protagonisti

ISP Assoprovider

Sono oltre duecento le aziende che hanno deciso di aderire ad Assoprovider, l’associazione che dal 1996 tutela i diritti delle piccole e medie imprese nel mondo delle tlc.

Quali sono i vantaggi di far parte dell’associazione? Li abbiamo raccontati in questi mesi sulle pagine del blog, così come vi abbiamo illustrato alcuni strumenti a beneficio dei soli iscritti, come la Green Card.

Oggi vogliamo dare la voce ai protagonisti: sono gli stessi membri dell’associazione, alcuni storici, alcuni nuovi arrivati, a spiegare perché hanno aderito ad Assoprovider e quali sono i benefici che hanno ricevuto.

Scopriamo insieme le loro storie e la loro testimonianza.

Antonella Oliviero, founder di Consulsat

Antonella Oliviero founder di Consulsat, è una delle grandi donne  di Assoprovider.

Da 12 anni in Associazione e da sette mesi tra i membri del Consiglio Direttivo, Antonella ci racconta perché ha scelto di entrare in Assoprovider:

«Faccio parte di quei piccoli e instancabili operatori che hanno progetti, idee, ma anche tanti ostacoli. Assoprovider mi ha permesso di confrontarmi con persone che condividono con me principi e problemi e vogliono fare Rete. L’associazione ha dimostrato negli anni di saper risolvere, con autorevolezza e determinazione, tante problematiche per i piccoli operatori delle tlc».

Dal primo momento Antonella ha supportato la battaglia di Assoprovider di ottenere “un Internet più libero” :

«L’unione fa la forza. Oggi più di ieri, abbiamo bisogno di far sentire la nostra voce alle istituzioni, che spesso dimenticano il lavoro che svolgiamo come piccoli operatori, e ci escludono dai tavoli in cui si decide il futuro del settore. Invito i miei colleghi che non sono ancora parte di Assoprovider a iscriversi. Abbiamo ancora tanto da fare e Assoprovider è il partner ideale per il nostro sviluppo».

Marcello Cama, founder di Netlab

Marcello Cama è una delle colonne storiche di Assoprovider. Da sei anni membro del consiglio direttivo e responsabile della comunicazione  dell’associazione, Marcello ci racconta come è iniziato il suo percorso:

«Sono entrato in associazione circa 20 anni fa. L’ho fatto per condividere le mie esigenze da “pioniere” con altri “pionieri” e trovare soluzioni ai problemi del mercato. Appena arrivato, ho subito ottenuto dei vantaggi.

Con la prima battaglia vinta, il “decreto salva provider”, ho avuto un rimborso da Telecom di diversi milioni di lire. Poi, con il tempo, ho stretto amicizie e partnership  con gli altri membri: insieme abbiamo sviluppato tanti progetti. Siamo cresciuti insieme, un passo alla volta, ed è bello essere uno dei protagonisti».

Matteo Fici, consulente e insegnante

Matteo Fici è uno dei fondatori di Assoprovider. Ci racconta qualche aneddoto sulla nascita dell’associazione sul finire degli anni Novanta:

«Dopo la liberalizzazione delle tlc, c’era la necessità di tutelare tutte le aziende che sarebbero nate per combattere il monopolio della allora SIP (diventata poi Telecom Italia). All’epoca eravamo pochi, ma siamo poi cresciuti grazie alla concretezza del nostro lavoro.

L’associazione negli anni ha vinto tante battaglie, testimoniando la bontà della nostra idea: insieme potevamo riuscire a fare gli interessi di tutti, capovolgendo le vecchie logiche in cui vincevano sempre gli stessi».

Davide Gelardi, 33enne imprenditore

Davide Gelardi 33enne imprenditore, è uno dei più giovani membri del consiglio direttivo di Assoprovider::

«Sono entrato in Assoprovider perché avevamo l’esigenza come ISP di confrontarci e fare squadra con altre aziende come noi. I vantaggi? Le consulenze in materia legale e finanziaria, i tanti servizi di valore che l’associazione offre ai suoi membri, la possibilità di far sentire la nostra voce nelle sedi istituzionali.

Ma il beneficio più grande è sentirsi in una grande famiglia, che abbraccia aziende dalla Valle D’Aosta fino alla Sicilia».

Antonio Aprea, founder di Nowtech

Antonio Aprea sapeva poco di Assoprovider. Su invito di un amico, decide di partecipare a un nostro evento. E da lì entra a far parte in pianta stabile della nostra famiglia. Oggi è uno dei membri del consiglio direttivo.

«Entrare in Assoprovider significa far parte della sua storia. Questo vuol dire acquisire una grande credibilità verso i propri clienti e aumentare la visibilità dell’azienda. Ma soprattutto, è una grande comunità, una famiglia che sa darti energia e ti sostiene quando ne hai bisogno».

Vuoi diventare anche tu uno dei volti di Assoprovider? Diventa nostro membro. Contattaci qui:

http://assoprovider.it/contatti/