REGIONE UMBRIA, la battaglia di Assoprovider contro la delibera sulla legge regionale: “Danni a PA e ad operatori di comunicazione”

assoprovider comunicato stampa

PERUGIA  18 OTTOBRE

Continua la battaglia degli operatori di prossimità in Umbria contro la modifica sostanziale della legge regionale 31/2013, avvenuta con la delibera di giunta DGR n. 437 del 12/05/2021. Una legge che di fatto, tra le altre cose, ha cancellato l’esenzione dei provider dai canoni per l’attraversamento del demanio di proprietà regionale, per la posa di fibra ottica:

«La delibera ha demolito la legge 31/2013, creando così un danno enorme alle PA locali e anche agli operatori di comunicazione, soprattutto a quelli di prossimità», denuncia Giovanbattista Frontera, vice presidente di Assoprovider.

La cancellazione delle esenzioni, non è l’unica modifica della legge che:

  • Non consente più alla Regione Umbria di farsi parte diligente nell’armonizzazione di regolamenti e norme di sotto/sopra suolo per le infrastrutture di telecomunicazione, sia provinciali che comunali;
  • Cancella la consulta di telecomunicazioni, un organo che consentiva un dialogo permanente con gli stakeholder;
  • Non rende più automatica la possibilità per tutti gli operatori di avere a disposizione in noleggio gli oltre 600 km di fibra di proprietà regionale.
  • Cancella l’esenzione dal pagamento della tassa d’occupazione del suolo pubblico del demanio regionale per la posa della fibra da parte degli operatori.

«Malgrado gli innumerevoli tentativi di avere chiarimenti sulla modifica alla Seconda Commissione Permanente per le attività economiche e di governo del territorio, non siamo mai stati ascoltati nell’ambito di un’audizione», prosegue Frontera.

Eppure la legge che è stata modificata, e alla cui redazione Assoprovider ha partecipato, resterebbe uno strumento efficace per migliorare i servizi di connettività ai cittadini e permettere altresì di gravitare fondi per il settore tlc in Umbria, anche alla luce del PNRR.

«Siamo sorpresi ed irritati. Non capiamo i motivi dell’abdicazione da parte della Regione Umbria nella co-legiferazione nelle telecomunicazioni con lo Stato centrale e la prematura modifica della legge visto il recepimento in corso del Codice Europeo delle Comunicazioni, in corso attualmente al Senato», conclude Frontera. 

Chi è Assoprovider: Associazione indipendente di aziende che svolgono l’attività di Internet Service Provider (ISP). Nata nel Luglio 1999, si prefigge di combattere le logiche di potere e di spartizione dei grandi carrier e delle compagnie di telefonia. L’associazione, che oggi raccoglie circa 245 aziende del settore dei Servizi Internet e della connettività, ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo armonioso di Internet in Italia. In particolare si propone di contribuire affinché a colmare il gap che ancora ci separa dalle nazioni più informatizzate e di aiutare l’Italia a diventare protagonista del processo di sviluppo di Internet a livello mondiale. Info: Info: https://assoprovider.it/

UFFICIO STAMPA PANDANT

Giancarlo Donadio – Alessandro Savoia
3298978575 – 3289159817

press@pandant.it

ISP, WISP, Webmaster, Web Agency, AIUTACI AD AIUTARTI !

Iscriviti ad Assoprovider ! Per info: segreteria@assoprovider.it

Associazione di Provider Internet Indipendenti
Dal 1999 combattiamo il Digital Divide!

Secretary's office

C/O Antonio Ruggiero - Via Casa Sasso, 7 - 84014 Nocera Inferiore (SA)

Phone

+39 081 197 23000

Mail

info@assoprovider.it